Le migliori impastatrici – classifica 2017

Le migliori impastatrici – guida all’acquisto

Molte sono le impastatrici in commercio di gran qualità. Considerando anche le impastatrici professionali, come ad esempio le impastatrici a spirale, le impastatrici a forcella o le impastatrici a bracci tuffanti, è possibile considerare molte opzioni. Tuttavia, prima di acquistare un’impastatrice è opportuno considerare su quale fascia di prezzo si vuol arrivare. Solitamente, le più economiche restano sui 100 mentre per impastatrici di qualità c’è bisogno di spendere un po’ di più. I prezzi oscillano fra i 60 € fino ai 1000 €. Tuttavia, non sempre acquistare un prodotto costoso significa avere garanzia. Il prezzo non sta ad indicare la sua effettiva qualità ma l’impiego di alcune caratteristiche come ad esempio i materiali usati, gli accessori inclusi e le funzioni che può svolgere.

Tener d’occhio le caratteristiche di cui abbiamo bisogno è una buona idea. Andare alla cieca verso un’impastatrice considerando solo il suo prezzo non risulta essere un buon modo per acquistare il modello che fa per noi. Meglio spendere meno (o più) soldi per acquistare una “caratteristica” da noi desiderata (ad esempio, una frusta particolare o un accessorio indispensabile) che considerare solo il nostro portafoglio. Considerando che le impastatrici per uso domestico sono, solitamente, quelle planetarie (e i modelli sul mercato sono molti di più), è opportuno considerare questo tipo di impastatrice. Per noi che vogliamo dilettarci nell’impasto “tecnologico”, le impastatrici planetarie vanno più che bene. Inutile dire che impastatrici a forcella o a bracci tuffanti sono indubbiamente elettrodomestici superiori. Ciononostante, per i nostri usi domestici, la planetaria è perfetta.

Vogliamo buttarci sulla qualità? Non c’è problema! Le planetarie sul mercato dotate di grande potenza e longevità sono molte. Tuttavia è opportuno considerare alcuni fattori per capire qual è il modello che fa al caso nostro.

I principali requisiti per una planetaria di qualità

Innanzitutto, la versatilità è importante. Soprattutto se siamo alle prime armi e non sappiamo dove andare a sbattere la testa, abbiamo bisogno che la nostra macchina possa spaziare dalla pizza ai pasticcini, dal pane alla sacher, in poche parole dal salato al dolce. Noterete che se un prodotto sarà versatile, il suo costo sarà maggiore rispetto agli altri. Altro fattore da considerare sono gli accessori. Più sono i pezzi disponibili (e intercambiabili fra loro) più potrete realizzare diverse tipologie d’impasto: dai vari tipi di fruste ad altri accessori ausiliari come ad esempio una grattugia formaggio o un frullatore. La scelta è molto ampia, ma ricordatevi di considerare gli accessori che fanno al caso vostro, così da evitare spese inutili. Per capire quale tipo di accessori ci serve, è opportuno stabilire come andremo ad impiegare l’impastatrice. Ad esempio, se si necessita di produrre dolci o impasti più leggeri, una frusta a filo è necessaria, se invece abbiamo bisogno di fare frullati con frutta e verdura, un frullatore fa al caso nostro.

Ricordatevi di considerare gli accessori che fanno al vostro caso

Ricordatevi di considerare gli accessori che fanno al vostro caso

Altra caratteristica da non perder di vista è la potenza del motore. Questa influisce parecchio sul tipo d’impasti che verranno creati e, soprattutto, sul tempo di lavorazione. È bene specificare che ogni tipo di impasto necessita la sua idratazione. Ad esempio, un impasto molto duro necessita una lavorazione lenta. Con una lavorazione lenta vi sarà possibile creare un impasto denso e soprattutto, triturare gli alimenti duri sarà molto più agevole di quel che sembra. Per “calibrare” la potenza è necessario saperne di più sui suoi watt. La potenza espressa in watt è il valore più importante da controllare per fare in modo che l’impastatrice possa miscelare qualsiasi tipo di impasto. Il valore minimo da considerare in quanto a “wattaggio” è 250 W. Ovviamente, macchine superiori avranno un wattaggio maggiore di quelle standard.

Sempre considerando il motore, è bene tener d’occhio la sua velocità. Solitamente le impastatrici hanno alcuni tipi di velocità regolabili da manovelle installate sull’apparecchio. Più velocità saranno disponibili, più tipi di lavorazione vi sarà possibile effettuare. Alcuni modelli hanno anche 9-10 velocità regolabili. Noterete ben presto che i prodotti più costosi (e comunque qualitativi) avranno più velocità mentre i più economici ne avranno meno.

come-scegliere-impastatrice-44-impastatricemaster

La capienza della ciotola è un altro aspetto da tener d’occhio

La ciotola è un altro attrezzo da tener d’occhio. La quantità d’impasto che si vuol produrre è una delle prime cose da considerare. La capacità è espressa in litri e, in base alla loro misurazione, occupano più o meno spazio. Nei casi in cui la capienza della ciotola sia di più di 3-4 litri, lo spazio che andrà ad occupare sarà maggiore. Detto questo, considerare lo spazio che andrà ad occupare nella nostra cucina è un “must”, altrimenti si rischia che non abbia un posto dove poter essere collocata. Ovviamente, un contenitore più grande può consentirvi di preparare una quantità d’impasto maggiore rispetto ad una più piccola. Considerate che impasti per pane e pizza necessitano di ciotole più grandi comparati agli impasti dolci. Inoltre, non sempre la ciotola determina il prezzo. A volte può essere che la ciotola sia grande ma, a causa dei materiali di qualità modesta, il costo sia ridotto. Tenete di conto che più grande sarà la vostra impastatrice, più stabile sarà. Questo fattore non è di certo da prender sottogamba, in quanto incide sulla sicurezza di utilizzo del prodotto. Durante la lavorazione, le sollecitazioni sono numerose e avere un’impastatrice stabile è senz’altro d’aiuto. Inoltre, un’impastatrice leggera non riuscirà a reggere le stesse velocità di un’impastatrice pesante. Questo perché la stazza di quest’ultima sopporta più velocita e per questo motivo ha anche più regolazioni.

È opportuno considerare anche i piedini antiscivolo delle impastatrici, visto che anch’esse possono contribuire alla stabilità del prodotto. Se il modello da noi considerato non possiede piedini antiscivolo, consigliamo di tener conto che un tavolo o una mensola dove si possono appoggiare oggetti che non rischiano di scivolare è un dettaglio da considerare.

Impastatrice planetaria: Praticità d’uso

Quando si va ad acquistare un’impastatrice, bisogna tener conto della sua effettiva praticità. Assicurarsi che sia un prodotto comodo da utilizzare è raccomandato. Un prodotto sicuro ed affidabile sarà sicuramente un oggetto su cui contare e che magari sarà un prodotto che durerà nel tempo.

manutenzione-impastatrice-3-impastatricemaster

Per capire se un prodotto è pratico nell’utilizzo, è necessario considerare se è facile da pulire

Per capire se un prodotto è pratico all’uso, è necessario considerare un piccolo dettaglio: se è facile da pulire. Perché proprio la pulizia? Perché se un prodotto risulta facile da pulire, il lavoro da eseguire successivamente sarà una passeggiata. Visto che l’elettrodomestico lavora automaticamente, l’unico lavoro “pratico” che dovremmo fare (oltre ad inserire gli ingredienti) sarà quello di ripulire la macchina dopo l’utilizzo. Considerare questo fatto può aiutarvi ad avere un punto in più quando andrete a scegliere il modello da voi desiderato. Prestate anche attenzione al materiale che dovrete pulire. Ad esempio, un contenitore in acciaio inox si lava meglio che di un contenitore in plastica. Quest’ultimo può tendere a rovinarsi e sporcarsi maggiormente di uno in acciaio inox. Tuttavia, ricordate che i contenitori sono, nella maggior parte dei casi, estraibili e quindi non vi sarà difficile risciacquarli. Se invece desiderate un’impastatrice semplice e veloce da utilizzare, due sono le cose da considerare: la presenza di un coperchio e la sicurezza. Vediamo nel dettaglio per quale motivo questi due aspetti sono fondamentali da considerare.

Il coperchio, nonostante venga considerato una componente apparentemente effimera può fare la differenza nell’utilizzo pratico dell’impastatrice. Uno dei suoi pregi è quello di parare gli spruzzi, rendendo più pulita la superficie lavorabile. L’altro modo in cui può essere d’aiuto è funzionare come coperchio che permette di aggiungere ingredienti mentre la macchina è in funzione. In questo modo, non ci arrischieremo di aggiungere alimenti mentre la macchina è in funzione, non rischiando così di fare inutili incidenti.

La sicurezza, invece, è un altro “must” da considerare. L’impastatrice scelta, se sicura, risulta più facile e pratica all’uso. Ad esempio, verificare che le fruste si blocchino in automatico è senz’altro una caratteristica utile per verificare la sua sicurezza. In questa maniera, si evita di spargere impasto altrove e soprattutto si prevengono imprevisti che si potrebbero verificare qualora si le fruste si stacchino improvvisamente. Nonostante risulti un dettaglio notevole da considerare, non tutte le impastatrici planetarie possiedono questa garanzia. È quindi opportuno prestare più attenzione per quanto riguarda l’innesto delle fruste, in quanto potrebbe causare spiacevoli incidenti.

In quanto a materiali, non sono moltissimi quelli con cui le planetarie vengono costruiti. Nei più comuni dei casi, i materiali in questione sono acciaio inox o plastica.  Nessuno dei due materiali prevale sull’altro, tuttavia fare una piccola selezione in quanto a brand potrebbe aiutarvi a capire che i materiali di qualità vengono usati dall’uno o dall’altro. Con marche come Kenwood, Moulinex o Kitchen Aid potrete andare sul sicuro. I materiali delle loro planetarie sono di alta qualità, antiallergici e non tossici. Basti pensare che un materiale come l’acciaio (con cui sono costruite gran parte delle planetarie di tali marche) garantisce una migliore longevità dell’apparecchio.

Non solo, con i brand sopracitati potrete usufruire di garanzie e assistenza personale anche dopo l’acquisto. Conoscere l’azienda con cui abbiamo a che fare è pur sempre un punto a nostro favore che può aiutarci a risolvere eventuali problemi e imprevisti. Come detto in precedenza, un materiale come l’acciaio inox sarà più resistente di uno in plastica, ma sarà quasi sicuramente più costoso. Se si desidera una facile lavabilità, l’acciaio sarà la migliore scelta, anche se andremo a spendere quantità di denaro leggermente più alte.

Le 4 migliori impastatrici planetarie

le-migliori-impastatrice-kenwood-kmx51-kmix

L’impastatrice Kenwood KMX51 KMIX è perfetta per famiglie grazie ai numerosi tipi di impasto realizzabili

Una fra le migliori impastatrici planetarie in commercio è la Kenwood KMX51 KMIX. Ritenuta fra le migliori sul mercato grazie al suo ottimo rapporto qualità-prezzo, questo èun modello molto vantaggioso per il consumatore. I materiali impiegati si adattano perfettamente alle velocità e ai modi d’uso dell’impastatrice, considerando che altri modelli hanno una ciotola più capiente ed una potenza più elevata, mentre la ciotola di questo prodotto rientra nella media (4,6 litri). Perfetta per famiglie di medie dimensioni e per chi desiderare realizzare impasti di diversi tipi, la planetaria Kenwood KMX51 KMIX è un’ottima soluzione per chi desidera lavorare costantemente senza spendere troppo. Nonostante la capienza della ciotola non sia esagerata, i tipi d’impasto fattibili sono numerosi ed inoltre vi sarà possibile impiegare più tempo per la lavorazione.

Vi chiederete perché risulta un’impastatrice versatile? Semplicemente perché può riuscire a lavorare sia impasti duri che impasti morbidi. Le tre fruste all’interno del prodotto (fruste K, fruste a filo e fruste a gancio) vi permetteranno di realizzare sia impasti semplici e di leggera costituzione che impasti più duri e più difficilmente lavorabili. La potenza di questo prodotto è nella media (500 W) e le velocità selezionabili sono 7, velocità che vi permetteranno di lavorare anche le paste più dure e consistenti. Inoltre, il modello possiede un coperchio para-spruzzi che mantiene la superficie di lavoro sempre pulita, aggiungendo in maniera sicura gli ingredienti durante la lavorazione. Non vi dimenticate che questa planetaria è costruita totalmente in acciaio INOX, materiale resistente che permette al prodotto di durare nel tempo. Anche la ciotola è in acciaio INOX ed è possibile intercambiarla con una in vetro.

Andando leggermente sopra in quanto a prezzo, l’impastatrice planetaria Kitchenaid Artisan 5KSM150PS è un prodotto da non perder di vista.

Le-migliori-impastatrici-kitchenaid-artisan-5ksm150ps

Kitchenaid Artisan 5KSM150PS non vi deluderà grazie alle 10 velocità impostabili, la possibilità di lavorare tutti i tipi di impasto, sia i dolci che i salati

Catalogato fra la fascia di prezzo alta, è considerata una delle migliori planetarie in commercio. Su un piano estetico, ciò che permette alla Kitchenaid Artisan 5KSM150PS di distinguersi rispetto alle altre impastatrici sul mercato è il suo design moderno che si mescola bene con il suo metallo resistente di cui è composta.

Grazie alle numerose velocità impostabili (ben 10 diversi tipi di velocità), con questa impastatrice è possibile lavorare praticamente tutti i tipi di impasto, considerando sia i dolci che i salati. Questo fattore rendere l’impastatrice iper-versatile e permette all’utente di soddisfare ogni sua minima esigenza. La quantità di impasto producibile è di gran lunga superiore alla maggior parte delle altre impastatrici. Basti pensare che è possibile produrre fino a 2 kg di pane. Questo grazie alla ciotola interna che può ospitare fino a 1,2 kg di farina. Considerando l’apparato dei dolci, è possibile montare a neve fino a 12 albumi di uova oppure montare fino a 1 litro di panna. La capienza della ciotola è standard (4,8 litri circa) ma ciò che la contraddistingue è la presa ergonomica di essa che permette di lavorare comodamente grazie alla sua stabile presa. Con le suddette caratteristiche è possibile lavorare grandi quantità d’impasto in maniera facile e pratica. Inutile dire che la robustezza di questo prodotto è ciò che la rende unica nel suo genere. I materiali utilizzati, che si appoggiano su piccoli piedini di gomma, rendono il tutto stabile e solido, permettendo così all’impastatrice di non effettuare particolari rumori durante la lavorazione.

Per chiunque non desideri badare a spese, questa planetaria è senz’altro una delle migliori scelte che potrete fare. Disponibile in ben 29 colorazioni differenti (dal più comuni giallo, blu, nero e verde a tante altre sfumature), la Kitchenaid Artisan 5KSM150PS è un prodotto che non vi deluderà.

Avete bisogno di maggiore potenza? Volete lavorare più impasti e desiderate un prodotto con più autonomia lavorativa? Una fra le planetarie più potenti  e durature sul mercato è la Masterchef Gourmet Chef QA403GB1. La Masterchef Gourmet Chef QA403GB1 è un’impastatrice planetaria targata Moulinex ed è un modello molto facile da usare.

le-migliori-impastatrici-masterchef-gourmet-chef-qa403gb1

Masterchef Gourmet Chef QA403GB1 ha una resistenza maggiore grazie alla potenza di 900 W

La sua potenza è di ben 900 W, potenza che va ben oltre la media delle impastatrici comuni. Con questo tipo di potenza vi sarà possibile non solo lavorare molti tipi di impasto, ma anche lavorare per più tempo visto che l’impastatrice ha una resistenza maggiore. Questo modello possiede 6 velocità differenti, fra cui la funzione Pulse, ovvero la velocità maggiore delle 6 che vi permetterà di creare in pasti in brevissimo tempo. Oltre alle sue velocità, ciò che la rende ancora più potente sono i suoi utensili di miscelazione. Gli accessori in questione sono un gancio impastatore, una frusta a filo che riesce a produrre impasti leggeri ed un frullatore. Grazie ai suddetti accessori la varietà di impasti creabili si amplia, oltre che alla mole di lavoro che diventa sempre più varia e versatile. Tuttavia, la cosa più invadente di questo prodotto è il suo recipiente in acciaio INOX che riesce a contenere fino a 4 litri. Non solo una grande potenza, ma anche una più che discreta capienza. Inoltre, è presente un coperchio paraschizzi dotato di un’apertura per inserire ingredienti durante il suo funzionamento.

Modello quasi analogo alla Masterchef Gourmet Chef QA403GB1 è l’impastatrice planetaria Kitchen Machine EKM4200. Prodotto del brand Electro lux, questo modello possiede un ottimo design e, di conseguenza, un’estetica che non passa inosservata.

le-migliori-impastatrici-kitchen-machine-ekm4200

Kitchen Machine EKM4200 è utilizzata e pubblicizzata nella famosa trasmissione televisiva “La Cuoca Bendata” di Benedetta Parodi

La sua potenza è di 1000 W, potenza che si propaga nel suo corpo in acciaio molto resistente e stabile. Proprio come la Masterchef Gourmet, la Kitchen Machine EKM4200 ha una notevole potenza che vi permetterà di lavorare più tempo e senza particolari intoppi, grazie alla potenza e resistenza di tale macchina. Il prodotto ha ben 10 velocità, regolabili dall’apposita manopola. Elemento decorativo è proprio la sua selezione della velocità che è retroilluminata. Non solo: anche la ciotola è illuminata con una luce a LED. In questo modo vi sarà possibile sorvegliare la lavorazione dell’impasto in quanto risulta ben illuminato. La vasta gamma di accessori della Kitchen Machine EKM4200 è una fra le più ampie sul mercato: una ciotola da 4,8 litri in acciaio INOX, una ciotola da 2,9 litri in acciaio INOX, un paraschizzi e le tradizionali fruste (a foglia, a filo e a gancio).

Ma non sono questi gli elementi che rendono la suddetta planetaria pluriaccessoriata, bensì altri accessori ausiliari sono una grattugia cilindrica con 4 funzioni, un tritacarne con 2 inserti ed inoltre una spatola per tenere pulito il prodotto. Da notare che questo prodotto è utilizzato e pubblicizzato nella famosa trasmissione televisiva “La Cuoca Bendata” di Benedetta Parodi. Inutile dire che questa impastatrice risulta una fra le migliori sul mercato, se non baderete particolarmente al prezzo avrete fatto un ottimo investimento.

Considerazioni finali

Le impastatrici sopra elencate sono solo quattro fra i molti altri tipi e modelli di impastatrici di qualità presenti sul mercato. In questo articolo abbiamo considerato le più potenti in base a wattaggio, resistenza, produzione e qualità-prezzo. Ciononostante, molti altri sono gli elettrodomestici per  produrre impasti che potrete trovare. Pur non avendo necessariamente un wattaggio alto o una capienza smisurata, i prodotti qualitativi e magari più adatti alle vostre esigenze personali sono svariati. È per questo che è bene capire le singole caratteristiche e, nello specifico, i minimi particolari di ogni planetaria. In questo modo, non solo andremo più approfonditamente nel mondo delle planetaria, ma sapremo con certezza con cosa avremmo a che fare. Sarà difficile fare un buco nell’acqua se conosciamo alla perfezione tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno.

Magari la migliore impastatrice è quella che si adatta maggiormente alle vostre esigenze. Ad esempio se voi necessitate solamente di fare impasti dolci, una planetaria con solamente una frusta a filo potrebbe essere sufficiente (tuttavia, gran parte delle planetarie possiedono tutti e 3 i principali tipi di frusta). Fare una piccola ricerca per capire cosa vi serve a voi per produrre gli impasti che volete è senz’altro un buon mezzo. Fidarsi alle apparenze non è di buon auspicio: pur notando una planetaria dal prezzo alto e, a prima vista, esteticamente appetibile, non è sempre detto che sia l’elettrodomestico che fa per voi. Prendetevi il vostro tempo e cercate di capire che cosa farete con la planetaria che desiderate. Ad esempio, niente di vieta di tralasciare la potenza o il wattaggio per un altro dettaglio da voi ritenuto fondamentale, come potrebbe essere un accessorio come il tritacarne o la grattugia formaggio. Considerando quindi il lavoro che andremo a fare e la “qualità” intesa come dettaglio oggettivo, vi sarà possibile scegliere il prodotto che fa al caso vostro senza particolari problemi.

Commenta per primo

      Commenta

      ImpastatriceMaster